domenica 19 febbraio 2017

Treviso 2017: Programma

 

DOMENICA 14 MAGGIO 2017

Programma di massima del Gruppo di Paderno d’Adda

Ore 5.15 - Ritrovo presso la sede

Ore 5.30 - Partenza

Ore 9.30 - Arrivo previsto nel parcheggio assegnato al pullman

Ore 15.00 - Presumibile inizio della sfilata per la Sezione di Lecco, 6° Settore

Ore 18.00 - Ritrovo presso parcheggio autopullman

Ore 20.00 - Cena presso RISTORANTE ALLA BORSA
                                         Via Goito, 2 - Valeggio sul Mincio (VR)

Ore 22.00 - Partenza

Ore 23.50 - Arrivo previsto a Paderno d’Adda

 

NOTA: Il programma è indicativo, in attesa di conoscere dall’ANA l’orario di sfilamento

venerdì 17 febbraio 2017

Addio, tenente Vicentini!

 

Solo dieci giorni dopo la scomparsa del generale Luigi Morena, un altro grande testimone della Storia Alpina è andato avanti: Carlo Vicentini. Nato a Bolzano nel 1917 da famiglia trentina e poi trasferitosi a Roma al seguito del padre postino, fu sottotenente del Battaglione Alpini Sciatori Monte Cervino nella campagna di Russia. Catturato il 19 gennaio 1943 a Nikitovka, trascorse oltre tre anni in prigionia nei terribili campi sovietici: di quelle vicende narrò in “Noi soli vivi”, edito da Mursia. Fu decorato con due medaglie di bronzo al Valor Militare. Dal 2004 al 2007 guidò l’UNIRR.

 

 

Proprio per raccontare di quel libro nell’ambito di  “La storia narrata dai protagonisti” lo ospitammo a Paderno d’Adda il 27 aprile 2012. Con lui sul palco in quella serata memorabile, oltre al consigliere dell’ANA Cesare Lavizzari, c’erano il generale Morena e un altro grande Reduce, Nelson Cenci.

Giunto appositamente in treno da Roma, Vicentini, allora 95enne, avvinse l’uditorio narrando di quei fatti così lontani, ma da non dimenticare, come scrisse anche nell’opera: «Questo piccolo patrimonio di esperienze, che fu vissuto da migliaia di italiani ma che purtroppo può essere raccontato solo da pochissimi non vorrei che andasse perduto». Così raccontò di quei viaggi di trasferimento estenuanti da un campo all’altro, della crudeltà dei soldati russi, degli allucinanti spostamenti in treno, stipati come sardine, del pane di miglio malcotto che con poche aringhe era la razione base, quando c’era, e di come morirono i suoi alpini, trattati in modo disumano, tanto che solo il 14 % di essi tornò a casa.

 

CARLO VICENTINI, IL GEN. LUIGI MORENA E NELSON CENCI

lunedì 13 febbraio 2017

Quarto pranzo della Bassa Brianza

 

Comincia ad essere ormai tradizionale il pranzo dei Gruppi Alpini della Bassa Brianza: nato non solo con finalità di festa associativa per stare insieme e incontrarsi in allegria, ma anche con il nobile scopo di raccogliere fondi, è giunto alla sua quarta edizione, tutte tenutesi nella Casetta di Montevecchia.

Quest’anno la somma raccolta tra i 150 partecipanti non sarà destinata a emergenze nella nostra zona, ma contribuirà alla costruzione di strutture per il ricovero di animali per un allevatore di Visso (Macerata) che ha visto la propria stalla completamente distrutta dal terremoto del 26 ottobre scorso.

 

IMG_4738

domenica 12 febbraio 2017

Ricerche sul Monte Robbio

 

Quattro alpini della squadra di Protezione civile del Gruppo di Paderno, con gli associati del Gruppo di Robbiate, unità cinofila sezionale, Vigili del fuoco e Carabinieri di Merate hanno perlustrato nella mattinata di oggi le aree boschive del Monte Robbio alla ricerca di Lorenzo Vendruscolo, uno studente friulano ventiquattrenne scomparso da Padova e del quale non si hanno più notizie dal 6 febbraio.

L’intervento, che non ha avuto però alcun riscontro, è stato richiesto dai Carabinieri ai volontari lecchesi a motivo dal fatto che il segnale telefonico del giovane, nel corso degli accertamenti di rito, è stato agganciato da una cella proprio a Robbiate.

lunedì 6 febbraio 2017

Addio, Generale!

 

Si è spento questa mattina ad Aosta, dove risiedeva da qualche anno, il generale Luigi Morena, che più volte il Gruppo di Paderno d’Adda si è onorato di ospitare in occasione delle serate della “Storia narrata dai protagonisti” e per il 40° anniversario nel 2005: è ancora ricordata con commozione la “Preghiera dell’Alpino” da lui magistralmente recitata a memoria – come del resto faceva ogni anno a Milano per la tradizionale Messa in Duomo, l’ultima volta l’11 dicembre scorso.

Nato a Scaletta Uzzone, in provincia di Cuneo il 15 agosto 1917, fu sottotenente di complemento al 1° Alpini, btg. Mondovì, poi nel btg Exilles e, nel 1943 al btg. Fenestrelle, a Priepolje, in Montenegro. Tornato in patria dopo l’8 settembre 1943, prese parte alla guerra di Liberazione con il regio esercito. Reduce di Monte Marrone e Medaglia d’Argento al V.M., nei primi anni Settanta comandò la Smalp di Aosta.

Il funerale sarà celebrato ad Aosta, nella Chiesa di Santo Stefano (Via Laurent Martinet) giovedì 9 febbraio alle 14.30. La camera ardente è allestita nel Castello del generale Cantore.

 

2010

IL GENERALE LUIGI MORENA A PADERNO, 26 MARZO 2010

sabato 21 gennaio 2017

74° di Nikolajewka a Merate

 

Una nutrita delegazione ha rappresentato il Gruppo Alpini di Paderno d’Adda alla celebrazione del 74° anniversario della Battaglia di Nikolajewka, tradizionalmente tenutasi a Merate. È stata anche l’occasione per dare il via al 95° anniversario di fondazione della Sezione di Lecco, che culminerà con i festeggiamenti del 24 settembre nel capoluogo. Oltre alle autorità civili e militari, dal presidente della Provincia al comandante della Stazione dei Carabinieri di Merate, dal comandante della Guardia di Finanza lecchese a numerosi sindaci del territorio, c’era a rappresentare l’Associazione Nazionale Alpini il vicepresidente Giorgio Sonzogni. Il presidente sezionale Marco Magni ha voluto ringraziare anche i suoi otto predecessori, oltre ai numerosi alpini presenti, che “formano il corpo dell’associazione” senza perdere di vista il tema centrale della cerimonia, “la forza, la concretezza e l'umiltà di quei ragazzi caduti sui campi di battaglia e che in quel momento particolare hanno lottato con le intemperie della Russia, dove molti di loro hanno lasciato la vita”.

Durante la Santa Messa, accompagnata dal Coro Stelutis, che al termine della funzione si è esibito in sette canti, è stato benedetto dal prevosto don Luca Peraboni il nuovo vessillo sezionale.

 

IMG_4673

IMG_4674

mercoledì 18 gennaio 2017

L’addio a Giuseppe Carcano

 

L’intera comunità di Paderno d’Adda, attonita per la repentinità della scomparsa, ha gremito questa mattina la parrocchiale di Santa Maria Assunta per dare l’ultimo saluto a Giuseppe Carcano, classe 1944, attivo volontario dell’Oratorio, allegro e solare protagonista del “Teatro dei Papà”, socio AIDO – ha infatti donato le cornee – e alpino.

Il Gruppo Alpini di Paderno d’Adda, che ha voluto salutare Giuseppe con un suo nutrito drappello, partecipa con profonda commozione al lutto ed esprime il suo cordoglio ai familiari.

 

festaalpini-0363