lunedì 20 marzo 2017

Treviso: ordine sfilamento 5° settore

 

Il SON ha comunicato l’ordine di sfilamento per l’Adunata del Piave, che si svolgerà domenica 14 maggio. La Sezione di Lecco si ammasserà in Vicolo del Vento e si immetterà poi in Via Casa di Ricovero e Via Manzoni per svoltare a sinistra su Viale Burchiellati.

Ordine

Quanto allo scioglimento, il SON,  dato lo stringimento di via S. Margherita su Ponte Santa Margherita, prevede delle apposite pedane per il saluto dei Presidenti sezionali e raccomanda di seguire scrupolosamente le indicazioni degli addetti muniti di altoparlanti per liberare quanto prima possibile il Ponte S. Margherita. Le due direttive di uscita sono Riviera Santa Margherita a destra o via Reggimento diritto. Una terza possibilità – a sinistra in via G. Garibaldi (prima del ponte) – sarà usata solo per le Sezioni con meno partecipanti.

lunedì 6 marzo 2017

Interventi ANA in Centro Italia

 

L’Associazione Nazionale Alpini ha comunicato tramite lettera ai Presidenti Sezionali, che a loro volta hanno avvisato i Gruppi, quali saranno gli interventi nelle zone terremotate, decisi dal Consiglio Direttivo Nazionale del 25 febbraio scorso. Questa la circolare:


 

GLI INTERVENTI ANA IN CENTRO ITALIA

A Campotosto, Accumoli, Arquata del Tronto e Preci

In seguito a vari sopralluoghi sono stati individuati quattro interventi, uno per ognuna delle nostre Sezioni direttamente coinvolte nel terremoto che ha colpito il Centro Italia. I progetti sono stati presi in considerazione dopo aver consultato i sindaci, la gente e gli alpini del posto e prevedono la realizzazione di strutture polifunzionali a carattere definitivo da realizzarsi entro quest’anno, in modo da rispondere concretamente e tempestivamente alle esigenze della popolazione. Ad oggi sul conto aperto dall’Ana per la raccolta di fondi per le popolazioni terremotate del Centro Italia vi è la somma di 1.215.000 euro (aggiornato al 2 marzo 2017).

Il Consiglio Direttivo Nazionale del 25 febbraio ha discusso e approvato gli interventi da realizzare.

CAMPOTOSTO (L’AQUILA), SEZIONE ABRUZZI

Il sindaco conferma la disponibilità di un’area di proprietà comunale per realizzare una struttura polivalente definitiva, poiché, a seguito del terremoto del 18 gennaio scorso, il Comune di Campotosto non dispone più di edifici agibili e neppure della sede comunale. In quest’area sorgerà anche il nuovo municipio definitivo e un’area commerciale a carattere provvisorio per dare una boccata d’ossigeno ai commercianti locali. Non ci resta che attendere il benestare dell’amministrazione comunale che dovrà reperire la documentazione necessaria per avere l’area libera da vincoli. Allora procederemo immediatamente alla stesura del progetto definitivo e inizieremo i lavori.

ACCUMOLI (RIETI), SEZIONE DI ROMA

Abbiamo riesaminato una prima bozza del progetto relativo al fabbricato polifunzionale di prossima realizzazione nell’area, a suo tempo identificata e segnalata dal sindaco. Ma non è tutto. Occorrerà porre in opera una fossa Imhoff per quanto riguarda la rete fognante, e verrà costruito un pozzo per la captazione dell’acqua per quanto riguarda l’acquedotto. L’energia elettrica verrà prelevata dalla rete comunale. Ora, il primissimo passo da percorrere è quello della realizzazione di un layout per consentire all’amministrazione comunale di procedere alla variante del Piano regolatore generale poiché attualmente l’area è classificata “verde agricolo”.
Fatto questo, l’amministrazione comunale dovrà procedere con l’esproprio di quest’area e ottenere tutte le autorizzazioni necessarie per consentire l’inizio dei lavori con tutti i documenti in regola.

ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PICENO), SEZIONE MARCHE

È stata identificata l’area per i circa 35 moduli Sae (Soluzioni Abitative per l’Emergenza), destinate alla popolazione che rientrerà dalla sistemazione negli alberghi sul mare. L’amministrazione comunale è disposta a dedicare, in quest’area, uno spazio dove l’Ana potrà realizzare una struttura polivalente a scopo aggregativo e a carattere definitivo. Un edificio che si inserirebbe nel contesto del piccolo villaggio come polo di aggregazione per i cittadini che abiteranno le nuove case. La Sezione Marche si impegna a dedicarne una parte alla sede del locale gruppo alpini. Nello spazio di fronte si potrebbe costruire il monumento ai Caduti, distrutto dal sisma.

PRECI (PERUGIA), GRUPPO UMBRIA, SEZIONE FIRENZE

Il terreno individuato dall’amministrazione comunale è in posizione panoramica, a valle della strada comunale di Preci, al bivio con la Pontelope, un tratturo distante meno di 700 metri dal centro storico del capoluogo, situato a sud est. L’area è caratterizzata da una pendenza significativa. Si prospettano due ipotesi che dovranno essere ben analizzate e discusse. Lo scopo però è ben chiaro: una costruzione ricettiva in condizioni ordinarie, con conseguente beneficio economico nel lungo e lunghissimo periodo per la comunità. Tra l’altro la struttura, in caso di calamità naturale, potrà trasformarsi in un presidio di accoglienza per il territorio.

 

 

Resta in funzione il conto corrente per la raccolta fondi da destinare alle popolazioni terremotate, ma sono mutate le coordinate bancarie, in seguito all’incorporazione del Banco di Brescia in UBI Banca. I nuovi dati per la sottoscrizione sono i seguenti:

IBAN IT80 I031 1101 6640 0000 0009 411
BIC SWIFT BLOPIT22
presso UBI BANCA filiale di Milano, viale Sturzo 33/4
intestato a FONDAZIONE A.N.A. ONLUS
Terremoto Centro Italia, via Marsala 9, 20121 Milano

Conservando copia del bonifico bancario le donazioni alla Fondazione Ana Onlus saranno fiscalmente deducibili.

 

terremoto-centro-italia

venerdì 3 marzo 2017

Treviso 2017: Programma

 

DOMENICA 14 MAGGIO 2017

Programma di massima del Gruppo di Paderno d’Adda

Ore 5.15 - Ritrovo presso la sede

Ore 5.30 - Partenza

Ore 9.30 - Arrivo previsto nel parcheggio assegnato al pullman

Ore 15.00 - Presumibile inizio della sfilata per la Sezione di Lecco, 6° Settore

Ore 18.00 - Ritrovo presso parcheggio autopullman

Ore 20.00 - Cena presso RISTORANTE ALLA BORSA
                                         Via Goito, 2 - Valeggio sul Mincio (VR)

Ore 22.00 - Partenza

Ore 23.50 - Arrivo previsto a Paderno d’Adda

 

NOTA: Il programma è indicativo, in attesa di conoscere dall’ANA l’orario di sfilamento

domenica 26 febbraio 2017

Carnevale 2017: Servizio d’ordine

 

Un gruppetto di otto alpini ha svolto oggi il servizio d’ordine per la sfilata carnevalesca dell’Oratorio, partita alle 14 dal parcheggio dei condomini Borgo e Meridiane in Strada Fornace e risalita per Via Marconi, Via Mazzini, Via Leonardo da Vinci, Via Mazzoni e Via Pozzoni.

 

2017 Carnevale

IMG_4776

venerdì 17 febbraio 2017

Addio, tenente Vicentini!

 

Solo dieci giorni dopo la scomparsa del generale Luigi Morena, un altro grande testimone della Storia Alpina è andato avanti: Carlo Vicentini. Nato a Bolzano nel 1917 da famiglia trentina e poi trasferitosi a Roma al seguito del padre postino, fu sottotenente del Battaglione Alpini Sciatori Monte Cervino nella campagna di Russia. Catturato il 19 gennaio 1943 a Nikitovka, trascorse oltre tre anni in prigionia nei terribili campi sovietici: di quelle vicende narrò in “Noi soli vivi”, edito da Mursia. Fu decorato con due medaglie di bronzo al Valor Militare. Dal 2004 al 2007 guidò l’UNIRR.

 

 

Proprio per raccontare di quel libro nell’ambito di  “La storia narrata dai protagonisti” lo ospitammo a Paderno d’Adda il 27 aprile 2012. Con lui sul palco in quella serata memorabile, oltre al consigliere dell’ANA Cesare Lavizzari, c’erano il generale Morena e un altro grande Reduce, Nelson Cenci.

Giunto appositamente in treno da Roma, Vicentini, allora 95enne, avvinse l’uditorio narrando di quei fatti così lontani, ma da non dimenticare, come scrisse anche nell’opera: «Questo piccolo patrimonio di esperienze, che fu vissuto da migliaia di italiani ma che purtroppo può essere raccontato solo da pochissimi non vorrei che andasse perduto». Così raccontò di quei viaggi di trasferimento estenuanti da un campo all’altro, della crudeltà dei soldati russi, degli allucinanti spostamenti in treno, stipati come sardine, del pane di miglio malcotto che con poche aringhe era la razione base, quando c’era, e di come morirono i suoi alpini, trattati in modo disumano, tanto che solo il 14 % di essi tornò a casa.

 

CARLO VICENTINI, IL GEN. LUIGI MORENA E NELSON CENCI

lunedì 13 febbraio 2017

Quarto pranzo della Bassa Brianza

 

Comincia ad essere ormai tradizionale il pranzo dei Gruppi Alpini della Bassa Brianza: nato non solo con finalità di festa associativa per stare insieme e incontrarsi in allegria, ma anche con il nobile scopo di raccogliere fondi, è giunto alla sua quarta edizione, tutte tenutesi nella Casetta di Montevecchia.

Quest’anno la somma raccolta tra i 150 partecipanti non sarà destinata a emergenze nella nostra zona, ma contribuirà alla costruzione di strutture per il ricovero di animali per un allevatore di Visso (Macerata) che ha visto la propria stalla completamente distrutta dal terremoto del 26 ottobre scorso.

 

IMG_4738

domenica 12 febbraio 2017

Ricerche sul Monte Robbio

 

Quattro alpini della squadra di Protezione civile del Gruppo di Paderno, con gli associati del Gruppo di Robbiate, unità cinofila sezionale, Vigili del fuoco e Carabinieri di Merate hanno perlustrato nella mattinata di oggi le aree boschive del Monte Robbio alla ricerca di Lorenzo Vendruscolo, uno studente friulano ventiquattrenne scomparso da Padova e del quale non si hanno più notizie dal 6 febbraio.

L’intervento, che non ha avuto però alcun riscontro, è stato richiesto dai Carabinieri ai volontari lecchesi a motivo dal fatto che il segnale telefonico del giovane, nel corso degli accertamenti di rito, è stato agganciato da una cella proprio a Robbiate.